What's next?

Sono sempre stata una persona che si stufa. Da bambina il bello era costruire un gioco, quando era pronto avevo già la testa da un’altra parte. Al liceo la mia materia preferita era filosofia, ma mentre studiavo un pensiero mi chiedevo continuamente cosa venisse dopo. Quando facevo l’assistente stylist mi entusiasmavo sulla ricerca, poi sul set scalpitavo. Forse è per questo che con il giornalismo vado d’accordo: non c’è mai una fine, anzi, più sei curioso di andare avanti, meno ti annoi. E forse è per questo che, a discapito di tutti i programmi, questo lungo anno fatto di 50 newsletter non mi ha mai stufato.

Read →